Nel nostro precedente articolo vi abbiamo svelato quale sia secondo noi il modo migliore di esplorare la Terra dei Canguri. Se già lo avete letto saprete già sicuramente che per fare snorkeling nella paradisiaca Grande Barriera Corallina, scattarvi un selfie con i simpaticissimi Quokka, degustare i pregiati vini della Barossa Valley, attraversare il deserto per vedere il mistico Uluru e fare un paragone fra i ritmi rilassati di Perth e quelli più caotici di Sydney o Melbourne, la migliore opzione che avete è quella di acquistare un mezzo tutto vostro. Abbiamo anche dato risposta all’amletica domanda “Meglio macchina o van?” e vi abbiamo consigliato i migliori modelli da acquistare.

Stavolta invece vogliamo svelarvi tutto quello che dovete sapere prima, durante e dopo aver comprato una macchina in Australia. Naturalmente, la maggior parte dei consigli che stiamo per darvi andrà bene anche per comprare un mezzo che vi servirà solo per restare in città o al massimo andare a lavorare in una farm. Ma se siete venuti fin qua, prima o poi la vorrete esplorare questa incredibile terra fortunata, o no?

Come comprare una macchina in Australia cartello For Sale

Comprare una macchina in Australia – Meglio da privato o da concessionario?

Per prima cosa: quale è il miglior posto dove trovare una fidata compagna di viaggio? Noi cerchiamo di dirvi i più importanti e, già che ci siamo, i loro pro e contro.

CONCESSIONARIO: sicuramente la scelta più affidabile, che vi darà la garanzia di avere un mezzo perfetto quasi al 100%. In più avrete la certezza che se la macchina si rompe dopo un certo numero di chilometri loro la ripareranno gratuitamente. Perdipiù molti rivenditori di auto usate offrono a noi backpackers il servizio di Buyback”: al momento dell’acquisto concorderete un prezzo al quale loro si impegneranno a riacquistare la macchina alla fine del vostro viaggio. Sembra o no tutto troppo facile? E infatti ci sono diversefregature”. Partendo dai prezzi, un concessionario vi farà pagare le auto usate anche molto di più del loro vero prezzo di mercato e quindi, se si vuole spendere poco, è molto facile ritrovarsi un catorcio con più anni di voi alle spalle. E poi non aspettatevi sconti. Passiamo poi a questo fantomatico “Buyback”: questa somma di denaro sarà al massimo il 30-40% del prezzo di acquisto (se il mezzo verrà riconsegnato in perfette condizioni).  Capite perciò che non è una cosa così conveniente, ma almeno eviterete la perdita di tempo e fatica per cercare un nuovo acquirente.

PRIVATO: comprando da privati si sa, possiamo ritrovarci tra le mani un bolide pagato due lire, o una macchina che ci abbandona dopo 10.000 km pagata un occhio della testa. Da privato è così, o bene bene o male male. Però ci sono dei semplici passaggi (che vi spiegheremo tra poco) che possono farvi capire già da subito se il mezzo che state per comprare vale la pena o meno. Capendo già questa cosa, trattando il mezzo con cura, facendo la classica manutenzione ordinaria (cambio olio e filtro ogni  25.000 km, cinghia di distribuzione ogni 150.000 km, ecc…), potrete davvero ritrovarvi con un mezzo da sogno, che prima d’ora mai vi potevate immaginare potesse diventare vostro. Proprio come è successo a noi con Peggy. In più, quasi sicuramente, troverete auto con accessori da viaggio che un concessionario non vi darà mai. E per concludere in bellezza, a seconda di come l’avrete tenuta e quante migliorie ci avrete fatto, spesso avrete la possibilità di rivenderla dopo un anno o più quasi allo stesso prezzo. Un investimento da prendere in considerazione dunque.

ASTA GIUDIZIARIA: noi ve la mettiamo anche se non ci siamo tanto informati al riguardo, dato che in molti ce l’hanno sconsigliata. Per farvela breve: trovate l’asta giudiziaria più vicina a voi, offrite quanto per voi puo’ valere quell’auto e se la vostra è l’offerta più alta, il mezzo è vostro. Però chi ve lo dice che nel cofano ci sia un motore o che il freno funzioni correttamente? Tutto a sorpresa!

Parcheggio auto in Australia

In poche parole: ce n’è per tutti i gusti!

Dove trovare la macchina che fa per voi?

Riprendendo i vari punti di prima, se volete avere la certezza di un mezzo sicuro, senza badare alle spese, fra i rivenditori specializzati, soprattutto in macchine per backpackers, vi consigliamo Autoburn, TravelWheels, Cars for Backpackers e BackpackersAutosales.

Se invece avete optato per una compra-vendita fra privati possiamo darvi la nostra testimonianza: usate internet a più non posso. I migliori siti sono senz’altro GumtreeCars e Facebook Marketplace. Altri siti con meno inserzioni giornaliere ma validi ugualmente sono Carsales e Carsguide. In tutti questi siti troverete gli annunci anche dei concessionari, non solo di privati. La cosa molto utile è che potrete selezionare diversi filtri in base alle vostre preferenze, così da andare subito a colpo sicuro. Inoltre vi consigliamo di tenere d’occhio gli annunci nelle bacheche degli ostelli e dei luoghi pubblici, nonché le pagine ed i gruppi Facebook, come per esempio “Backpacker Cars Australia”, “BCA – Backpacker Cars Australia”“Perth Backpacker Cars”“Backpacker CARS SYDNEY” o in ogni pagina che all’interno abbia due parole tra Australia, una sua città, Cars e Backpacker.

Qual è il migliore Stato per comprare una macchina in Australia?

Forse non ve la sarete mai posti questa domanda prima di venire in Australia. Tranquilli, neanche noi  fino a poco prima della partenza, sapevamo che l’Australia fosse divisa in ben otto Stati, ognuno con le proprie leggi. Ciò vale anche per quelle sulla compra-vendita di auto; perciò comprare una macchina in Western Australia o in Tasmania o in New South Wales puo’ comportare grandi differenze, sia burocratiche che monetarie.

Mappa degli otto Stati dell'Australia

Otto Stati. Riuscite a trovarli tutti?

Per spiegarvi puntigliosamente tutte le differenze da Stato a Stato dovremmo pubblicare un libro a parte, perciò la miglior cosa è farvi capire le discrepanze più rilevanti (e più fuori di testa) tra una parte dell’Australia e l’altra. Prendiamo per esempio il New South Wales, di cui Sydney è la capitale: essendo una delle città più belle e all’avanguardia dell’isola, molti backpackers scelgono questa come prima méta per alloggiare, trovare un lavoro e comprare la macchina. Peccato che proprio in questo Stato, il propretario del mezzo, prima di metterlo in vendita, avrà bisogno di un Roadworthy Certificate” anche chiamata “la maggior rottura di scatole per vendere auto”. Si tratta di un certificato che attesta l’idoneità del veicolo a circolare su strada, ma al momento della scadenza del “Roadworthy Certificate” o della vendita del mezzo, quest’ultimo dovrà superare un’ispezione. Adesso viene il bello. L’ispezione per il “Roadworthy Certificate” del New South Wales viene fatta SOLAMENTE presso un’officina autorizzata che si deve trovare OBBLIGATORIAMENTE entro i confini di tale Stato. Un inconveniente non da poco se state viaggiando e vi trovate a migliaia di chilometri di distanza, non credete?

Sarete più fortunati se il vostro veicolo è targato Victoria (lo Stato di Melbourne), Queensland (quello di Brisbane) o Tasmania. In questo caso il “Roadworthy” potrete rinnovarlo anche a distanza, ma se avete intenzione di rivendere il vostro mezzo, ci dispiace per voi, dovrete essere nello Stato dal quale esso proviene.

Quindi, ritornando a noi, qual è il miglior Stato per comprare una macchina in Australia? Dai vari pareri di persone con più anni passati in Australia di noi e dalla nostra personale esperienza possiamo dirvi ad occhi chiusi che il migliore Stato è senz’altro il Western Australia (con capitale Perth), seguito dal South Australia (quello di Adelaide), poiché per rivendere il vostro mezzo non vi verrà richiesto il “Roadworthy Certificate” e potrete venderlo anche a persone che non risiedono in questo Stato, usufruendo di un piccolo stratagemma (che spiegheremo più in qua). Se questo non dovesse bastarvi, sappiate che nel Western Australia il costo del passaggio di proprietà e del bollo (sì, anche in Australia c’è il bollo) sono i più economici di tutto il Paese.

Dove trovare le diverse leggi sulla compra-vendita delle auto in Australia

Questi comunque sono solo alcuni piccoli esempi per farvi capire quanto possa essere complicato e diverso acquistare e/o vendere una macchina all’interno del Paese. Ricordatevi perciò che la regola d’oro prima di comprare una macchina in Australia è quella di informarvi sulle leggi di ogni Stato, per non ritrovarvi con le mani legate quando ormai è già troppo tardi.

Gli accessori/optional che un’auto australiana deve avere

Dei migliori mezzi da scegliere per un viaggio intorno all’Australia ne avevamo parlato nello scorso articolo, ma se questi ultimi non hanno nemmeno uno degli optional che andiamo a dirvi adesso, meglio se lasciate perdere. Ora che abbiamo iniziato il nostro On-the-Road in Australia possiamo consigliarvi perfettamente quali sono quelli fondamentali per una buona riuscita del viaggio.

  • Impossibile partire senza il Cruise Control (il comando vi aiuta a mantenere una velocità costante  senza dover costantemente schiacciare l’acceleratore). Puo’ sembrare una cavolata, ma fare anche 800 km al giorno, di strada completamente dritta, puo’ diventare distruttivo con il piede sul pedale tutto il tempo. Diventa invece quasi divertente se si deve solo tenere il volante.
  • Il cambio automatico non è fondamentale ma meglio averlo, sia per facilità quando si gira in città (cambiare con la mano sinistra puo’ risultare molto difficile), sia per avere una cosa in meno da fare per i lunghi viaggi.
  • L’aria condizionata sarà una manna dal cielo nei pomeriggi dove il termometro segnerà anche più di 40°. «Apro il finestrino», direte voi, ma la velocità media sulle strade australiane è di 100 km/h. Avete mai provato a stare per 8 ore con un finestrino aperto a quella velocità?
  • Uno stereo che funzioni vi farà molta più compagnia di quello che pensiate. Se poi ha l’ingresso per il Cavo AUX basterà dotarsi di Spotify Premium (dove potete scaricare la musica anche offline) ed il vostro viaggio diventerà un fantastico karaoke.
  • Più porte accendisigari avrete e più sarà facile ricaricare i vostri apparecchi elettronici in viaggio.
  • Molto importante per la vostra incolumità è la “Bull Bar”, cioè una barra di ferro che gli australiani usano come normale paraurti. Siccome non sono economicissime, se l’auto ne è già provvista è tutto di guadagnato. Perché Non so se lo sapete ma è molto facile che durante il tragitto vi attraversino canguri, emù, mucche e pecore. E sono animali parecchio pericolosi se presi in pieno con l’auto.

Cartello pericolo canguri On the Road Australia

Come comprare una macchina in Australia – Andare a vedere la macchina

Se avete già capito qual è lo Stato che più fa per voi e avete già trovato il mezzo che più vi si addice è già un bel passo avanti, ma diciamo pure che non siete ancora a niente. Il prossimo passo è quello di fissare un appuntamento con il venditore per andare a vedere il veicolo dal vivo e capire se è o meno un buco nell’acqua. Se avete scelto la strada del privato, fate molto caso all’annuncio (più cose ci sono spiegate e maggiore sarà la garanzia) e il fatto che il venditore vi faccia andare a casa propria è indice di maggiore affidabilità. Per il resto possiamo darvi questi semplici ma importantissimi accorgimenti che vi possono far capire già da una prima occhiata se continuare la compra-vendita o meno:

  • Andate ad ispezionare il mezzo con la luce del giorno, quando eventuali danni sono facilmente individuabili.
  • Fate domande! Non abbiate paura di chiedere quante più informazioni possibili riguardanti la macchina: da quanto tempo ce l’ha, da chi l’ha comprata, in quante mani è passata, perché l’auto è in vendita, se ha mai avuto incidenti rilevanti, quali parti dell’auto sono state cambiate e così via…
  • Fatevi dare tutti i documenti della macchina ed i documenti e/o gli scontrini e quant’altro che attestino i vari lavori fatti al mezzo negli anni passati. ATTENZIONE: ponete molta attenzione alla “Rego” (la tassa di proprietà del veicolo) che deve essere ancora valida al momento dell’acquisto! Altrimenti vi toccherà pagare molti più soldi per far “riattivare” da zero la targa.
  • Fatevi un giro intorno all’auto per vedere se ci sono danni estetici importanti e fate caso all’usura degli pneumatici.
  • Chinatevi sotto l’auto per vedere se ci sono grosse perdite di liquidi o se alcuni parti dell’auto sono molto arrugginite.
  • Fatevi aprire l’auto: controllate l’apertura di tutte le portiere, provate tutte le luci, lo stereo, i tergicristalli e, perché no, l’acqua di quest’ultimi.
  • Ora fatevi aprire il cofano dell’auto. Questo è il luogo dove dovrete prestare più attenzione in assoluto. Innanzitutto se il motore e le parti sotto il cofano sono tutte lavate e lucidate, il venditore vi sta nascondendo qualcosa. Sotto il cofano deve esserci sporco. Ma non ruggine, attenzione. A meno che non siate dei veri e propri intenditori le uniche cose che potete fare (ma ugualmente molto importanti) sono quelle di aprire il contenitore dell’olio e controllarne il colore ed il livello (sapete come fare, vero?), fare un check della cinghia di distribuzione e poi svitare il tappo del radiatore. In questo ultimo caso se il liquido verde è in cima o quasi, allora non c’è da preoccuparsi, se invece non riuscite a vedere il suo livello o accendendo il motore il liquido fa le bolle, ringraziate il venditore e tornate immediatamente a casa. Se tutto va bene passate pure al motore: guardate il corpo motore (attenzione che non scotti) ed i suoi tubi se hanno qualche macchia d’olio che non ci dovrebbe stare.
Ispezione cofano per comprare una macchina in Australia

Un piccolo aiuto per i meno esperti. Questi sono i punti dove porre maggiore attenzione. Ma si sa, non tutte le auto sono uguali alla nostra Peggy, perciò sappiate distinguere le varie parti tra di loro.

  • É il momento di provarla in pista. Girata la chiave la macchina dovrebbe accendersi immediatamente anche a motore freddo. Ora che siete partiti, provate: freno a mano, tutte le marce, i freni, le frecce, l’aria condizionata e tutti gli accessori in più che il mezzo ha. Il servosterzo funziona bene? Lasciando il volante la macchina va tutta da una parte? Fateci caso! Per di più sulla macchina è molto importante sentirsi comodi e che non faccia troppi rumori o vibri in maniera eccessiva a velocità elevate.
  • Fateci un giro di 5-6 chilometri. Tornati alla base fatevi riaprire il cofano. Il motore ha qualche gocciolamento che prima non c’era? Il liquido verde è sceso molto? E l’olio? Ora ripiegatevi sotto la macchina e fate caso anche stavolta a macchie o gocciolamenti di liquido. Ricordatevi che se avete acceso l’aria condizionata la perdita di acqua è una cosa normalissima.
  • Guardate se ci sono tutte le cose che venivamo dette nell’inserzione.
    N.B.: nella vostra scelta del mezzo non fatevi troppo influenzare dall’attrezzatura da campeggio o dagli accessori che vengono inclusi con essa. Molti di quelli potete trovarli a poco prezzo usati su internet, anche in un secondo momento. Concentratevi soprattutto sul buono stato della macchina.
  • Infine aprite la pagina del “PPSS” (Personal Property Securities Register) per controllare una cosa non da poco. Pagando solo 2 AU$ potrete avere la certezza che l’auto non sia rubata e che su di essa non ci siano multe, ipoteche o rate pendenti. Meglio evitare questi grattacapi. Per scoprire tutto ciò vi basterà il VIN” (Vehicle Identification Number) e logicamente una carta con cui fare il pagamento. In pochi secondi vi arriverà una mail con tutti i dati dell’auto e con le rispettive buone o cattive notizie.

Come comprare una macchina in Australia – L’importanza dell’ispezione da un meccanico

Se pensate di aver trovato la macchina che fa per voi e vi trovate in Western Australia o South Australia, dove il venditore non è obbligato a fare l’ispezione (ma noi vi consigliamo di farla anche negli Stati con “Roadworthy Certificate” per una maggiore sicurezza) è il caso di farla vedere anche da un meccanico esperto prima di procedere con l’acquisto. La spesa sarà sì a carico vostro, ma nell’ “Ispection” avrete un quadro molto più generale dei problemi del mezzo e il meccanico potrà dirvi sinceramente se il prezzo che state pagando convenga o meno. È importante anche perché se venissero trovati dei piccoli problemi, potrete far scalare il prezzo della riparazione da quello di vendita, come dei veri e propri mercanti. Nel nostro caso l’officina ha trovato una minuscola perdita e due sospensioni un po’ consumate (ma non da cambiare nell’immediato), cosicché siamo riusciti ad ottenere un ulteriore sconto di 600 AU$ sul prezzo prestabilito. Soldi che abbiamo poi investito per la riparazione dopo l’acquisto.

Quanto costa fare ispezionare un’auto in Australia?

I prezzi per l’ “Inspection” non sono molto economici se pensate che è un lavoro di massimo 30 minuti per il meccanico. Partono da un minimo di 120 AU$ (se molto fortunati), fino anche a 250 AU$. Un grande consiglio che possiamo darvi è quello di rivolgersi ad AutoGuru, il sito specializzato nei preventivi per le riparazioni auto. Basterà mettere la città che preferite, di cosa avete bisogno, il modello della vostra macchina e poi cliccate su “Just price checking”. Fatto ciò, vi arriverà in nemmeno 24 ore una lista di officine nella zona da voi scelta con i vari preventivi. Vi basterà sceglierne uno e prenotare quando più vi aggrada. Zero brutte sorprese, ve lo garantiamo.

Un piccolo consiglio: se i prezzi usciti sono troppo alti, provate ad usare la chat del sito! Noi abbiamo fatto una simulazione di preventivo ed il risultato finale è stato di 160 AU$, mentre scrivendo in chat ci hanno garantito un prezzo di 130 AU$ presso la stessa officina.

Come comprare una macchina in Australia – Compilare i moduli per il passaggio di proprietà

Speriamo per voi che fino a qua tutto sia andato perfetto, proprio come ve lo immaginavate. Ma prima che il mezzo sia del tutto vostro dovrete fare il passaggio di proprietà, ovvero compilare dei semplici moduli ed, ahimè, sborsare i soldi. In Western Australia quelli più importanti sono i due moduli chiamati MR9 (una copia rossa ed una blu), che vanno compilati e firmati assieme al venditore subito dopo l’acquisto. Qui dovete indicare alcune semplici informazioni riguardanti la macchina: targa, scadenza della Rego, numero di chilometri, prezzo di vendita e prezzo di mercato (che per convenzione dovrebbero coincidere). Per concludere inserite i dati del venditore ed i vostri e la conferma che la macchina abbia installato il dispositivo “Immobiliser” (un congegno anti-taccheggio che la macchina ha sicuramente). Riempiti entrambi con gli stessi identici dati, la copia blu resterà al venditore, mentre l’acquirente terrà la copia rossa. Ora possiamo (quasi) dirlo, la macchina è di vostra proprietà!

N.B.: nei vostri dati dovrete inserire anche due indirizzi. Se come noi non avete un indirizzo fisso, cercate di fornire quello di un ostello o di un conoscente che possa avvertirvi nel caso in cui riceviate multe o documentazione varia.

N.B.’: i due indirizzi da inserire sono il “Residential Address” (in poche parole dove vi arriveranno le multe) ed un “Garaging Address”, ovvero dove il mezzo viene solitamente posteggiato. Possono essere anche entrambi uguali, ma per vendere o comprare un auto in Western Australia il “Garaging Addressdovrà per forza essere un indirizzo situato in questo Stato. Ecco quindi il piccolo stratagemma per vendere l’auto targata WA anche in altri Stati: basta mentire e far inserire al nuovo compratore un indirizzo, per esempio, vicino Perth.

Inviare i moduli per il passaggio proprietà

N.B. (di nuovo): ci stiamo riferendo sempre al Western Australia, dato che degli altri Stati non abbiamo esperienze personali e non vorremmo dire castronerie!

Ora che avete in mano il vostro modulo rosso, avete 14 giorni per concludere il passaggio di proprietà. C’è un modo semplicissimo per farlo: inviare i moduli on-line collegandosi al sito www.transport.wa.gov.au/dotdirect. Peccato che questo possa farlo solo chi ha una patente australiana, e forse non è il tuo caso. Per fortuna ci sono altri due metodi che vi prenderanno più tempo ma che grazie a questa nostra veloce spiegazione potrete fare in breve tempo.

  • Se siete lontani dai centri abitati o non avete voglia di spostarvi troppo, la miglior cosa è quella di fare il passaggio di proprietà tramite posta. In questo caso, sempre entro 14 giorni dall’acquisto del mezzo, dovrete inviare il modulo “MR9” insieme al modulo “VL186” (che vi dovrete stampare) e al passaporto autenticato all’indirizzo “Driver and Vehicle Services, GPO Box R1290, Perth, WA 6844“. L’autenticazione del documento puo’ essere richiesta gratuitamente nelle farmacie o biblioteche australiane convenzionate “DOT” (Dipartimento dei Trasporti). Dopo pochi giorni riceverete per posta al “Residential Address”, inserito nel modulo “MR9”, la somma da pagare per il passaggio di proprietà, il cui valore è calcolato in base al prezzo di acquisto. Appena saldato il pagamento come viene spiegato in tale lettera, il gioco è fatto.
  • Se però farvi qualche chilometro in auto non è un problema, recatevi pure ad un centro “DOT”, cercandolo facilmente su internet. Andando qua non serve nemmeno un documento certificato dato che ci sarete voi di persona. Appena arrivati al “DOT” si prende un numero e si approfitta dell’attesa per compilare il modulo “VL186” che lì ne hanno a centinaia. Appena arriverà il vostro turno dovrete soltanto presentare i moduli, mostrare il passaporto, pagare e…that’s it! Noi abbiamo fatto proprio così e sapete qual è stata la cosa più incredibile? Avevamo 40 persone davanti e abituati al nostro Bel Paese ci siamo messi lì buoni buoni ormai sicuri di perderci tutta la giornata. E invece no! Dopo 10 minuti è arrivato il nostro turno. E pensare che in fila alla Posta, in Italia, ci abbiamo passato anni della nostra vita…
Documenti per comprare una macchina in Australia

Ci saranno diversi fogli da compilare prima di poter dire che la macchina è vostra…

Come comprare una macchina usata in Australia – Rinnovare la Rego

Ora nessuno potrà togliervi l’auto da sotto il sedere. È vostra a tutti gli effetti! Abbiamo però una “brutta” notizia: non è finita qua. Una cosa che dovrete imparare a fare è rinnovare e pagare laRego”. Eh già, un’altra strana parola australiana, la “Rego”. Ma che cos’è? Innanzitutto meglio sapere come si pronuncia, ovveroRegio”. Per rispondere velocemente poi alla domanda basta dirvi che è come il nostro bollo, ma a differenza di quest’ultimo la “Rego” include un’assicurazione a terzi (ma non al guidatore e al veicolo). La “Rego” è obbligatoria per poter circolare su suolo australiano e si puo’ pagare ogni 3, 6 o 12 mesi comodamente da internet (iscrivendosi a “DOTDirect”), ad un centro “DOT” o tramite telefono.

P.S.: se prima ve lo siete persi ve lo ripetiamo: quando si compra una macchina usata in Western Australia è indispensabile verificare che la Regonon sia scaduta, altrimenti le spese di riattivazione saranno care, molto care.

Fare un’assicurazione sul veicolo (facoltativo)

L’assicurazione alla macchina in Australia non è obbligatoria visto che la “Rego” include già una copertura basica per danni a terzi. Ma se volete fare un viaggio intorno all’Australia vi consigliamo di cuore di fare un’assicurazione che copra come minimo i danni al guidatore e ai passeggeri. Possiamo però dirvi che qua l’assicurazione ha un costo incredibilmente basso rispetto all’Italia, puo’ essere pagata comodamente anche una volta al mese e potrete bloccarla quando vi pare se fatta mensilmente.

Un buon sito per comparare diverse assicurazioni è “Compare the Market”, anche se noi abbiamo ottenuto un preventivo ancora più vantaggioso nella nostra banca australiana, la Westpac. Ci hanno infatti offerto un’assicurazione da 70 AU$ il mese (40€ circa) che copre qualsiasi cosa (guidatore, passeggeri, furto, incendio, danni al veicolo, spese di emergenza e tante altre cose) per tutta quanta l’Australia.

Pronti…Partenza…VIA!

Questo è tutto gente. Adesso fate dell’auto appena comprata la compagna di viaggio perfetta per voi. A dirvi la verità, noi siamo dovuti ammattire abbastanza per mettere insieme tutte queste informazioni, ma speriamo che adesso questa mini guida possa rendere le vostre vite ed il vostro viaggio australiano più semplici e felici. Ora scusate, la nostra Peggy è in moto ed un vento caldo ci sta chiamando. Siamo pronti per iniziare il nostro personale On-the-Road Australiano!

Lunga strada dritta durante On the Road in Australia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: